News C.I.D.R.A.

Cidra / News C.I.D.R.A. (Page 11)

Quando un posto diventa un luogo 2016

[vc_row][vc_column width="1/4"][vc_single_image image="4585" img_size="full" onclick="link_image"][/vc_column][vc_column width="3/4"][vc_column_text]La seconda edizione del progetto di arte pubblica dedicato alla storia del territorio imolese dal 1943 al 1945 vedrà reinaugura cinque luoghi e monumenti della città di Imola coinvolgendo 7 classi delle Scuole secondarie di primo e secondo grado e la Scuola primaria di Ponticelli. Gli allievi e le allieve, dopo aver partecipato ai laboratori di didattica della storia condotti dal Cidra (centro imolese di documentazione sulla resistenza antifascista e storia contemporanea), finalizzati all’inquadramento storico e all’incontro con testimoni, protagonisti e protagoniste ancora viventi della Resistenza e ai laboratori di arte pubblica condotti dall’artista e curatrice del progetto Annalisa Cattani, hanno lavorato per individuare una modalità di riproposizione dei luoghi della memoria, una vera re-inaugurazione che parli un linguaggio attuale e dia vita, parola ed emozione nuovamente a una statua, una lapide, una strada o restituisca “un volto” a una staffetta partigiana o a una donna caduta per...

Continue Reading

Un’altra giovinezza. Per Vittoriano e Augusto

Domenica 31 gennaio 2016, ore 17 e ore 21 al Teatro Lolli di Imola Un’altra giovinezza. Per Vittoriano e Augusto in occasione delle celebrazioni per il Giorno della Memoria 2016 del Comune di Imola con il contributo dell'Aned sezione Imola e la collaborazione di Cidra, Anpi e Comune di Imola A cura di Cristina Gallingani e Giuliana Zanelli, con Corrado Dal Pozzo, Simona Orsini, Orfeo Raspanti, Luigi Tranchini; tecnica Luca Tanieli; regia Cristina Gallingani Non avevano ancora vent’anni gli imolesi Vittoriano Zaccherini (1926-2015) e Augusto Dall’Osso (1928-2015) quando tra il 1944 e il 1945 furono arrestati e poi deportati nel campo di concentramento di Mauthausen. Erano ragazzi ma già sapevano da che parte stare. Erano ragazzi, ma tennero duro. Soprattutto sono stati fortunati, e come loro il fratello di Augusto, Franco, e Vero Vannini (1922-2003). Non è stato così purtroppo per i loro compagni di lager Walter Tampieri, Cleo Ricchi, Antonio Morini e Sante...

Continue Reading